Si riceve su appuntamento Tel. 0833 533206 Lun-Sab 09.00-13.00 16.30-20.30

Integrare arredi minimal per esaltare la propria casa

Una delle scelte che vanno per la maggior per quanto riguarda l’arredamento di una abitazione e che non passa mai di moda è l’arredamento minimal. Caratterizzato da semplicità delle forme e linearità, questo tipo di arredamento si basa anche sulla praticità e sull’essenzialità dei suoi componenti. Per chi vuole arredare la sua casa secondo lo stile minimal non è comunque sempre facile ottenere un risultato completamente soddisfacente, per cui ecco una serie di consigli da seguire per evitare errori e disattenzioni.

L’arredamento minimal

Per le persone che ritengono semplicità e minimalismo le cose più importanti per abbellire gli interni della propria abitazione, gli arredi “minimal” sono la scelta più congruente. Infatti un ambiente che a prima vista può sembrare arredato in modo incompleto, o addirittura spoglio, nasconde invece la scelta di soluzioni e accorgimenti che riescono a dare un maggiore risalto alle forme della casa e alla sua bellezza, tenendo conto anche della disposizione degli spazi. Lo stile minimal inoltre garantisce una maggiore praticità ed efficienza e alcuni studi pubblicati recentemente parlano anche di una maggiore felicità per le persone che abitano la casa. Negli ultimi tempi, con la pandemia ed il sempre maggiore ricorso allo smart working per molti lavoratori, oltre che alla Dad per gli studenti, avere degli spazi liberi a disposizione è stato un fattore molto positivo con un aumento della concentrazione e quindi della produttività.

Le principali caratteristiche di un arredo minimal

Tra le principali caratteristiche di questo tipo di arredamento la principale è sicuramente quella delle forme, che devono essere pulite, nette e geometriche, con colori neutri ed accessori ridotti veramente al minimo. Oltre a questo, i componenti d’arredo dovranno essere realizzati con materiali naturali e lisci al tatto, senza la presenza di decorazioni e di oggetti inutili e devono avere la capacità massima di integrazione con la domotica presente in casa. Funzionalità, praticità e sobrietà sono le parole d’ordine di questo stile, insieme al miglior sfruttamento possibile degli spazi, che devono dare un senso di ordinato, di pulito ed essere allo stesso momento sia ricercato che semplice. Lo stile minimal naturalmente ha diverse sottocategorie, che vanno dallo stile nordico a quello giapponese. La prima tappa è certamente quella del “decluttering“, cioè l’eliminazione di tutti quegli oggetti e decorazioni chiaramente superflui. Il secondo passo è quello dell’analisi dei colori che si trovano all’interno dell’ambiente, cercando di trovare una sempre maggiore omogeneità, anche con l’aiuto dell’illuminazione. I colori base sono quindi il tortora, il grigio e il bianco ottico, da valorizzare con un contrasto con dettagli dai colori più accesi. La sistemazione dei mobili deve avvenire lungo le pareti, in modo da garantire uno spazio libero per il passaggio.

Integrare arredi minimal per esaltare la propria casa ultima modifica: 2022-02-21T11:36:34+01:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appassionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.