Illuminare casa con le lampadine a vista

L’illuminazione della propria casa può essere una scelta difficile, specialmente se si vuole compiere una scelta originale. Chi vuole dare all’illuminazione uno stile “retrò” ma senza usare soluzioni già viste in riviste di arredamento e senza acquistare dei lampadari “vintage”, può scegliere di utilizzare un sistema molto in voga negli ultimi anni, quello delle lampadine a vista.

L’illuminazione degli interni con le lampadine a vista

Con questa tipologia di illuminazione, oltre ad avere un maggior numero di punti luce nell’ambiente, si crea una soluzione di “grande effetto”, con una serie di composizioni originali che sono apprezzate anche dagli interior designer. Grazie a questa scelta è inoltre possibile fare un risparmio per quanto riguarda il costo dell’energia elettrica. In pratica si tratta di usare delle lampadine nude e crude, effettuando degli abbinamenti che creino una vera e propria “illuminazione d’arredo”. La prima cosa da fare è quella di selezionare, tra l’ampia gamma di soluzioni a disposizione sugli scaffali della grande distribuzione, la tipologia preferita. Le forme disponibili sono molte, da quelle classiche a quelle a bulbo, ed anche le dimensioni e la colorazione possono aiutare a creare la propria composizione preferita. Una soluzione molto utilizzata e affascinante è quella con il filamento a vista che richiama lo stile vintage, ideale per chi ama l’arredamento in stile industriale. Oltre alla scelta delle lampadine è molto importante anche quella del progetto nel suo complesso, che si deve adattare all’ambiente dove sarà installato.

Alcune idee per l’illuminazione della casa utilizzando le lampadine a vista

Per installare una adeguata illuminazione in casa con l’utilizzo di lampadine a vista si possono scegliere diversi accorgimenti, uno dei quali quello di creare dei “simil lampadari” utilizzando i cavi e lasciando le lampadine “in sospensione”. In questo modo l’ambiente avrà immediatamente una atmosfera moderna e grazie ai cavi differenti l’uno dall’altro, sia come colore che come tipologia o materiale, si avrà anche un effetto scenografico, che si può intensificare con l’inserimento degli stessi in oggetti di sostegno, come delle barre in metallo o dei tronchi di legno, e perfino in oggetti recuperati. Se si deve “direzionare” la luce in una area di piccole dimensioni utilizzare un lampadario rappresenta uno spreco, per cui l’idea migliore è quella di una lampada a vista a sospensione, soluzione “minimal” ma che nello stesso tempo garantisce un effetto sicuro, specialmente se il colore del cavo sarà abbinato a quello dell’arredamento circostante. In un ambiente monocolore la scelta giusta è quella di utilizzare una lampadina di grandi dimensioni, abbinata ad un cavo fluorescente, mentre per creare un ambiente di stile “industriale” è meglio utilizzare un cavo di rame, abbinato ad una lampada con il filamento a vista.

Illuminare casa con le lampadine a vista ultima modifica: 2020-02-18T18:06:30+02:00 da Arredamenti Bleve

Arredamenti Bleve