Luce calda o luce fredda, quale scegliere?

Nell’arredamento di una casa l’illuminazione è fondamentale: ad ogni stanza la propria luce, calda o fredda. Ecco la guida completa per scegliere la fonte luminosa adeguata a trasmettere sensazioni differenti e per costruire con la luce la personalità di ogni ambiente.

La cucina e la luce neutra

Quando si parla di cucina, si intende il cuore della casa, il motore da cui tutto parte: qui si prepara il cibo, si mangia e si accolgono gli ospiti e le persone care. Ha un carattere conviviale e accogliente, ma è anche il luogo preposto alla preparazione delle ricette e all’uso degli elettrodomestici.
Una luce calda ispira calma e relax, mentre una fredda stimola la concentrazione: per questo motivo in cucina ci vuole una luce neutra che possa accogliere gli ospiti ma allo stesso tempo mantenere quell’attenzione necessaria quando si maneggiano lame e coltelli.
Perfette le luci dal soffitto che propagano la luminosità in modo omogeneo e uniforme.

Luci calde in salotto

Il salone da pranzo, il soggiorno e il salotto sono zone in cui ci si rilassa dopo una giornata di lavoro e si legge un buon libro o si guarda la TV. Per questo sono consigliate delle luci calde e avvolgenti nei toni dell’ambra e del miele. Una luminosità che possa invitare alla calma e alla contemplazione. Funzionali le luci direzionali, come lampade a stelo e faretti LED.

Luci calde anche in camera da letto

In una zona preposta al riposo, le luci calde sono fondamentali: diverso è il caso della cabina armadio o dello studio, in cui sono necessarie luci più fredde per concentrarsi e avere piena visione di quello che si sta facendo. Qui ci vuole una lampada fredda da tavolo, mentre in camera da letto abat-jour e applique, classiche o moderne a seconda dello stile.

E in bagno? Luce calda o luce fredda?

Il corretto uso della luminosità può valorizzare la metratura di una stanza e allo stesso tempo dare personalità a quella camera. La sala bagno può essere quella di servizio o quella padronale, per questo motivo ci sono due modi per interpretare le luci migliori.
In un bagno padronale si possono osare delle luci calde e avvolgenti, per fare un bagno caldo immersi in un’atmosfera da sogno. Il bagno che si usa tutti i giorni può avere delle luci fredde che amplificano il concetto di igiene e di pulizia, oltre alla fruibilità veloce dello spazio.
In entrambi i casi sono consigliati i faretti e gli spot lights a LED, che sono ecologici e arredano con stile.

Luce calda o luce fredda, quale scegliere? ultima modifica: 2020-08-21T12:10:29+02:00 da Arredamenti Bleve

Arredamenti Bleve