Il salotto minimalista

In piena ottica decluttering, arredare un salotto in stile moderno e minimalista è oggi molto in voga. Si tratta semplicemente di riempire la stanza attenendosi a mobili e suppellettili strettamente necessari, senza perdersi in elementi superflui, riducendo lo stress ambientale e ricercando un punto di vista altamente futuristico.

Less is more: le regole del minimal

Come nel detto minimal less is more, il design minimalista si basa su alcune regole fondamentali che si contraddistinguono soprattutto per l’utilizzo di pochi elementi per riempire ed arredare una stanza in modo funzionale. Innanzitutto, nello stile minimal vorremo avere a disposizione uno spazio sufficientemente ampio, che rimanga voluminoso anche dopo l’inserimento dei complementi d’arredo. Il salotto minimal ottiene luce e rimanda un’atmosfera rilassante quando arredato con colori neutri e naturali: il bianco amplifica l’ambiente e rende il salotto pulito e lineare, un ambiente in cui rilassarsi leggendo un buon libro o avendo una piacevole conversazione con amici. Il contrasto con colori caldi, nei toni del rubino o i marroni, o ancora l’oro e il crema, spezza la monotonia e crea dinamicità nell’ambiente del salotto.

Mobili e arte nel salotto minimalista

Riducendo al minimo la quantità di mobili necessari nel salotto di stile minimalista, vengono inseriti solo complementi strettamente necessari: divano, smart tv a parete, libreria o mobile multifunzione. I complementi si limitano a maxi tappeti, arazzi e sculture dal gusto moderno, mentre le pareti si prestano ad accontentare e soddisfare la vena artistica dei proprietari: via libera a quadri, senza esagerare però con le quantità. L’ideale è rappresentato dalla presenza di un’unica stampa o opera artistica per stanza, possibilmente in pieno gusto minimalista oppure pop o futurista. Vanno benissimo anche disegni in carboncino, opere di ispirazione cubista o surrealista, racchiuse in cornici semplicissime, addirittura a giorno.

Come dare vita ad un ambiente minimalista

Se il salotto arredato in stile minimalista, vi sembra un po’ anonimo e poco vitale, si possono inserire degli elementi per ravvivarlo, quali fiori e piante, sempre senza esagerare con dimensioni e quantità. Un vaso di orchidee sul tavolino da caffè, un paio di piante grasse sulla mensola, o un’edera rampicante sulla libreria, rigorosamente in vaso di ceramica o terracotta, nel rispetto della regola dei colori neutri. Il verde intenso delle foglie romperà la piattezza e l’uniformità dell’ambiente e aggiungerà luce e colore al vostro salotto minimalista.

Il salotto minimalista ultima modifica: 2020-07-27T13:09:31+02:00 da Arredamenti Bleve

Arredamenti Bleve