Come progettare una cucina: i consigli per non sbagliare

La cucina è sicuramente il cuore pulsante di ogni abitazione, tutto parte e finisce in questo ambiente. Dalla colazione alla cena, ogni momento di convivialità familiare ha luogo in cucina, per questo è fondamentale che sia progettata a regola d’arte per essere vivibile con serenità.

Gli spazi della cucina

Qualsiasi sia lo stile che rappresenta la scelta dell’arredamento di un’abitazione, dal più classico al più moderno, passando per uno stile rustico, questo sicuramente identificherà la personalità stessa delle persone che la abitano ed è una scelta personale dettata da tanti fattori: molte volte è istintiva, volta all’appagamento del proprio essere, altre obbligata, ma la determinante che non può mai essere tralasciata per vivere al meglio un ambiente, è quella degli spazi disponibili. Soprattutto per la cucina, si dovranno considerare tutte le possibilità per ottimizzare la superficie senza perdere in stile ed estetica: sfruttare gli angoli, ad esempio, o le altezze potrà essere una scelta risolutiva.

Gli errori da non fare

Ci sono poi delle sfaccettature tecniche delle quali bisogna tener conto. Partiamo con l’errore di accostare la colonna frigo al piano cottura: questo errore può avere molti risvolti negativi, innanzitutto la parete della colonna da incasso potrebbe essere rovinata dagli urti di pentole, inoltre il calore sprigionato dai fornelli potrebbe compromettere il funzionamento del frigo stesso elevandone i consumi.
Un altro fattore da studiare sempre attentamente è l’utilizzo di basi o pensili angolari; è vero che permettono di recuperare spazio, ma bisogna sempre utilizzare cestelli rotanti o estraibili al loro interno, per evitare che risultino difficilmente utilizzabili; è bene inoltre assicurarsi sempre che non siano posizionati in prossimità di cassettiere o lavastoviglie, in quanto ne sarebbe compromessa l’apertura.
Se si vogliono utilizzare ante con apertura a vasistas, poi, è necessario tenere conto dell’altezza di chi dovrà usarle maggiormente, in quanto il pensile superiore con anta vasistas, una volta aperto, risulta ad un altezza proibitiva da richiudere per i più.
Infine valutare bene i pro e i contro di una cappa aspirante piuttosto che filtrante, considerando che la prima alternativa permetterà di convogliare i fumi, e di conseguenza gli odori, fuori dall’abitazione, con un vantaggio riguardante anche i problemi che può generare l’umidità.

Soluzioni alternative

Se gli spazi non sono particolarmente ampi, un’ottima opzione è quella dalla cucina dotata di isola o penisola, un piano di lavoro che può essere utilizzato sia mentre si cucina, come piano d’appoggio per svolgere tutti i passaggi, nonché come tavolo per dei pasti in famiglia, magari veloci, senza dover necessariamente utilizzare la sala da pranzo.

Come progettare una cucina: i consigli per non sbagliare ultima modifica: 2019-03-15T11:58:21+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.