Scopri come scegliere la rete migliore per il tuo materasso

Scopri come scegliere la rete migliore per il tuo materasso

Per riuscire ad essere attivi ed energici durante la giornata è necessario riposare bene durante la notte. E’ essenziale avere un letto comodo e scegliere alla perfezione la base del letto che dovrà sostenere il materasso. Ecco alcuni pratici consigli per acquistare quella più adatta alle proprie esigenze.

Misure e caratteristiche

La base del materasso ha come funzione principale quella di sostenere il corpo durante il sonno: deve essere flessibile, ma non troppo, in modo da equilibrare e bilanciare perfettamente i carichi e i pesi, distribuendoli e sostenendoli.

In generale, ogni base è formata da una struttura, detta telaio, che può essere in metallo o legno, e dalla rete che è costituita da doghe, molle, o da un unico ripiano rigido.
In alcuni casi la rete può essere dotata di alcuni dispositivi elettrici che possono agevolare la discesa e i movimenti della persona. La misura di una base è di solito calibrata in base a quella dei materassi: vi è quella singola, quella potenziata, leggermente più lunga per persone più alte, ad una piazza e mezza, a due piazze o kings bed. Bisogna regolare l’altezza della base comparandola con quella degli altri mobili che si trovano accanto, come i comodini, e con quella del materasso. Deve essere agevole, e non troppo alta o bassa, in modo da favorirne la salita e la discesa, oltre a rendere semplice rifare il letto.

Materiali adatti ad ogni esigenza

La rete a doghe è caratterizzata da listelli più o meno spessi che vengono montati orizzontalmente, in modo da essere paralleli l’uno all’altro. Solitamente vengono realizzati in legno di faggio, più resistente e flessibile rispetto ad altri tipi di materiale, e che si adatta meglio alle diverse pressioni esercitate dal corpo. La caratteristica principale delle doghe è quella di presentare degli spazi vuoti tra una barra e l’altra: in questo modo si agevola la traspirazione del materasso, evitando che esso trattenga l’umidità. Le doghe più larghe garantiscono un sostegno più rigido per coloro che hanno problemi alla schiena e trascorrono molte ore in piedi durante la giornata. Le doghe più strette sono più flessibili, bilanciano meglio i diversi pesi, ma possono sostenere una massa minore, in quanto soggette a rottura. Per chi ha gravi problemi alla schiena è consigliata una base ortopedica, cioè un sostegno molto rigido formato da un’asse unica con alcune fessure per far traspirare il materasso. La base più utilizzata, soprattutto in passato, è la rete metallica, composta da diverse molle, flessibili ed elastiche. Uno dei principali svantaggi di questa soluzione è data dalla progressiva mancanza di efficacia del supporto, causata dalla perdita di rigidità delle molle. Risulta tutt’ora una delle soluzioni più economiche, anche se quasi del tutto rimpiazzata dalle doghe.

 

Flavio

Coniuga la sua passione per la scrittura con quella per l'arredamento. Adora scrivere, fornendo consigli utili ai propri lettori.