Rivestimenti pavimenti: quali materiali scegliere?

Scegliere i materiali migliori per rivestire il pavimento della propria casa non è un’impresa semplice, dato la vastità di opzioni presenti sul mercato: bisogna conoscerne la tipologia, in modo da poter ottimizzare resa sia estetica che funzionale.

A seconda del materiale e della tecnica di posa, esistono tipologie più adatte agli ambienti interni o esterni.

Piastrelle in materiale ceramico

La ceramica si distingue per la bellezza, resistenza e design, e si differenzia a seconda dell’impasto.

Ad esempio, il clinker è un materiale laterizio che viene ottenuto cuocendo la materia prima a temperatura molto elevata, in modo da avere un materiale vetrificato, molto denso ed estremamente duro e resistente: può essere smaltato o meno, e grazie alle sue caratteristiche di forza e durevolezza, è adatto a qualsiasi tipo di rivestimento di pavimenti.

Il cotto, invece, è considerato una lavorazione più di pregio, ottenuta per estrusione, ed è adatto per pavimentazioni sia interne che esterne: ha un aspetto molto naturale, non smaltato, dal colore caldo rosso e poroso.

Piastrelle di gres porcellanato

La parola gres sta a significare come la ceramica della piastrella sia fortemente greificata e compatta, adatta per rivestimenti altamente resistenti: il prodotto è un misto di varie argille, sabbia e altre sostanze naturali cotte a temperature elevate.

Questa piastrella può essere colorata o meno, smaltata, levigata e lappata, in modo da realizzare particolari aspetti estetici: il materiale, per nulla poroso, raggiunge livelli di alta compattezza adatta ad ogni tipo di pavimento.

Altri tipi di piastrelle

Le piastrelle in resina e in metallo, quest’ultime con un’anima in legno racchiusa da lamine di rame e acciaio, sono una soluzione molto particolare per i pavimenti: allo stesso modo, esistono le sofisticate piastrelle in pelle, incollate sulla superficie, che creano un’atmosfera molto avvolgente per studi, soggiorni e camere padronali.

Le piastrelle luminose, che contengono al loro interno dei led, sono molto costose e sono perfette per locali notturni e rivestimenti di avanguardia negli studi scenici e cinematografici.

Rivestimenti pavimenti: quali materiali scegliere? ultima modifica: 2017-03-29T09:21:46+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.