Prima casa in coppia: gli errori d’arredo più comuni da evitare

Trasferirsi in una nuova casa vuol dire poter riprogettare gli spazi ed arredarli a proprio piacere. Quando si va a vivere in coppia, però, bisogna venire incontro alle esigenze del partner, riuscendo a creare un ambiente accogliente e caldo, ma che incontri i gusti di entrambi. Con un po’ di pazienza questo momento può diventare particolarmente piacevole, un modo per conoscere meglio le passioni e le preferenze della propria dolce metà.

Le priorità comuni

Andare a vivere insieme è uno dei momenti più belli della propria vita, ma si può incappare in una serie di errori per quanto riguarda la scelta dell’arredamento, quindi è meglio tenere sott’occhio una serie di aspetti. In primo luogo è importante definire quello che è il budget a disposizione, in modo da non strafare con le spese e riuscire a risparmiare qualcosina. Bisogna poi redigere una sorta di lista delle priorità, dove annotare tutti gli oggetti e gli elettrodomestici da acquistare per poter garantire il soddisfacimento dei bisogni quotidiani. Tra gli ambienti dove la pianificazione deve essere più accurata vi è la cucina. È importante che siano entrambi i conviventi a scegliere insieme sia il tipo di elettrodomestici e le loro funzioni, che le stoviglie e il vasellame; in quest’ultimo caso, se non si trova un accordo, si potranno comprare due servizi di piatti, bicchieri o tazze, da sfoggiare in maniera alternata. Anche il bagno non deve essere conteso, per questo è buona norma scegliere una soluzione che permetta di avere i propri spazi, magari con un doppio lavandino. Tra gli errori più comuni vi è quello di sottovalutare armadi e librerie: più capienti sono e meglio è, per evitare col tempo di litigare proprio per contendersi scaffali e cassetti.

Tra tradizione e modernità

Al contrario delle case in cui si andava a vivere dopo il matrimonio qualche decennio fa, le abitazioni moderne devono rispettare le esigenze di entrambi, diventando posti in cui si condivide tutto, anche i lavori domestici. Naturalmente bisogna andare incontro alle esigenze e alle propensioni dell’uno e dell’altro, senza dimenticare le passioni personali. Chi ama le piante potrà quindi scegliere di adornare il proprio giardino con una moltitudine di vasi e alberi, ma dovrà anche essere pronto a prendersene cura, senza pretendere l’aiuto della propria metà. Al di là di ciò che si ama, il resto della casa deve essere confortevole e facilmente pulibile, in modo da non dover impiegare troppo tempo nella manutenzione ordinaria e far sì che entrambi i conviventi possano avere del tempo libero da trascorrere in tranquillità e serenità. Indipendentemente dalla dimensione della propria abitazione, sarà utile scegliere degli angoli da dedicare all’una o all’altra persona, in modo da avere un posto dove trascorrere del tempo in solitudine coltivando le proprie passioni.

Prima casa in coppia: gli errori d’arredo più comuni da evitare ultima modifica: 2018-07-26T13:42:52+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.