Pregi e difetti degli infissi in PVC

Pregi e difetti degli infissi in PVC

Coniugando la robustezza alla versatilità, il polivinilcloruro, conosciuto con l’acronimo PVC, è un materiale che si rende particolarmente idoneo ad essere impiegato per la realizzazione di infissi.

I vantaggi degli infissi in PVC

L’isolamento termico garantito dalla bassa conducibilità impedisce la dispersione del calore e questa è una caratteristica fondamentale quando si tratta di realizzare dei serramenti. È un materiale resistente e robusto che garantisce un’ottima durabilità nel tempo senza richiedere particolari interventi di manutenzione, come succede per altri materiali come il legno.

Gli infissi in PVC hanno dei costi decisamente competitivi rispetto ad altri materiali e possono essere realizzati in una vastissima gamma di colori e finiture anche molto particolari, in grado di soddisfare qualsiasi gusto ed esigenza estetica o architettonica. Sono inoltre fonoassorbenti, se realizzati con doppi vetri garantiscono altissimi livelli di performance dal punto di vista dell’isolamento acustico.

Gli svantaggi degli infissi in PVC

Chi ama l’eleganza del legno trova il PVC troppo freddo e impersonale, tuttavia, le nuove tecniche di lavorazione consentono di realizzare infissi in PVC con una finitura effetto legno che non ha nulla da invidiare al legno naturale.

Un materiale così duttile ed eclettico non presenta grossi svantaggi, a parte la tendenza a scolorirsi se esposto alla luce solare molto intensa per periodi prolungati, perciò si consiglia di usare il PVC soprattutto per i serramenti interni, mentre per gli infissi esterni, montati su facciate esposte al sole, è preferibile scegliere un colore chiaro.

Flavio

Coniuga la sua passione per la scrittura con quella per l'arredamento. Adora scrivere, fornendo consigli utili ai propri lettori.