Tel. 0833 533206 Lun-Sab 09.00-12.30 16.00-20.00

lo stile Japandi: la semplicità scandinava e lo stile orientale

Una delle tendenze di arredamento che è andata per la maggiore negli ultimi mesi è lo stile Japandi, un connubio che mette insieme l’estetica giapponese con la semplicità tipica dello stile scandinavo. Scopriamo come ricrearlo all’interno dei vari ambienti delle nostre case.

La nuova frontiera del minimalismo

La tendenza Japandi è stata così definita da parte di molti addetti ai lavori e nell’mondo dell’interior design è sempre più apprezzata e certamente sarà uno degli stili che risulteranno protagonisti della prima parte del 2021. I suoi creatori hanno realizzato un perfetto mix tra la grande essenzialità del “Danshari“, uno stile di vita che si rifà alla tradizione zen, e la semplicità che caratterizza il nordic design. Con questa tendenza si possono creare delle soluzioni allo stesso tempo funzionali ed armoniose, come ad esempio l’iconica Bamboo Basket Chair, una seduta che Isamu Kenmochi e Isamu Nugochi hanno disegnato negli anni ’50. Le linee scultoree, abbinate ai colori neutri ed alle texture e materiali naturali, sono un segno identificativo dell’incontro tra Oriente e Occidente anche in una creazione del 2013, la Dream Chair, un “classico” arredo-scultura disegnato per Carl Hansen & Son dall’architetto Tadao Ando. I due stili, giapponese e scandinavo, sono accumunati anche dall’attenzione che riservano al benessere e alla sostenibilità.

Molteplici soluzioni di arredamento

Per la creazione di un ambiente in stile Japandi si deve puntare su tonalità come le sfumature di blu, l’avorio, il verde smeraldo, il bianco, l’ocra e il grigio. Una palette di colori ideale per dare maggiore valore ai materiali come il legno, che in alcune occasioni viene lasciato al naturale per far risaltare le sue eleganti imperfezioni. Un altro materiale utilizzato per complementi d’arredo in stile Japandi è il bambù. Uno dei temi chiave di questo stile è anche la presenza di piante d’appartamento e relative fioriere. Un esempio sono quelle del luxury brand Tom Raffield, che uniscono la curvatura a vapore con il design biofilo e sono ideali per la creazione di un ambiente verde e rilassante. Uno degli esempi di realizzazione di un arredamento in stile Japandi è quello di un appartamento di Mumbai, progettato da studio ZERO9, nel quale quasi non si percepiscono le differenze tra l’indoor e l’outdoor, con volumi e linee che esaltano il fascino concreto della materia. Per quanto riguarda gli accessori, si può puntare su ciotole, set di piatti e ceramiche di gusto minimal, oppure pezzi vintage giapponesi in ceramica anche scheggiati, con le crepe che vengono riempite d’oro con la tecnica del kintsugi al fine di esaltarle.

lo stile Japandi: la semplicità scandinava e lo stile orientale ultima modifica: 2021-02-22T16:22:37+01:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.