L’ingresso è un biglietto da visita, arrediamolo in 4 mosse!

L’ingresso è un ambiente fondamentale in una abitazione: ne costituisce sostanzialmente il biglietto da visita, ed è per questo che deve essere arredato in modo da fare un’ottima prima impressione, dando un assaggio di quello che è lo stile espresso nel resto della casa, senza risultare eccessivo.

La creatività al servizio della funzionalità

L’ingresso è un ambiente che ha un duplice scopo: da una parte, infatti, deve accogliere chi entra in casa, dall’altra deve risultare pratico per conservare con ordine alcuni oggetti. In quest’ottica diventa, quindi, essenziale arredare lo spazio non solo con gusto e creatività, ma anche inserendo elementi utili come, ad esempio, una consolle o un piccolo mobiletto, che fungano da svuotatasche una volta rientrati a casa, ed un guardaroba o un appendiabiti dove appoggiare giacche e borse.

L’importanza dei dettagli

Essendo a tutti gli effetti un messaggio di benvenuto, l’ingresso non può assolutamente rimanere anonimo e impersonale. Via libera, quindi, ad accessori che, se dosati con razionalità, riescono a combinare alla perfezione estetica e funzionalità. Inserire uno specchio, ad esempio, può donare una sensazione di maggiore ampiezza all’ambiente e al tempo stesso risultare estremamente utile per un’ultima occhiata all’outfit prima di uscire di casa, ma è bene non posizionarlo frontalmente alla porta, perché ciò creerebbe un certo disorientamento a chi entra in casa.
Dato che, in genere, l’ingresso ha dimensioni ridotte, occorrerà, infine, scegliere opportunamente anche il colore delle pareti, optando per tonalità chiare in modo da non rendere l’ambiente cupo.

L’ingresso è un biglietto da visita, arrediamolo in 4 mosse! ultima modifica: 2019-02-11T17:11:20+02:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.