La camera dei ragazzi: organizzare studio, relax e divertimento

Scegliere il giusto arredamento per la camera da letto dei propri figli non è semplice: tante volte bastano piccole accortezze per avere una stanza colorata e funzionale, ma, se si fanno errori, si può realizzare anche confusionaria o fredda.

I seguenti consigli che vi offriamo possono essere utili per fare sì che i vostri bambini e ragazzi si trovino sempre a loro agio nella loro cameretta, sia per giocare, che per studiare e sopratutto dormire.

La giusta luminosità

La luce in una camera da letto, generalmente, non deve mai mancare, ma nemmeno essere troppa: gli eccessi sono da evitare, in quanto come una stanza troppo buia affaticherebbe gli occhi di chi ci passa il tempo, allo stesso modo una luminosità eccessiva può compromettere la qualità del sonno, soprattutto nelle prime ore del mattino.

La luce non dovrebbe mai arrivare diretta al letto, in particolar modo sul cuscino: se ciò fosse inevitabile, il consiglio migliore è di mettere delle tende dai colori chiari e opachi (ad esempio di cotone bianco) che donano sì luminosità all’ambiente, ma evitano che il sole dia fastidio.

I colori da scegliere

Sfatiamo il mito dell’azzurro per i maschietti e del rosa per le femminucce: per far apprezzare al meglio la cameretta ai propri figli, sarebbe meglio lasciare scegliere a loro i colori con cui arredare lo spazio, ovviamente senza esagerare.

In generale, vanno evitati i colori troppo accesi: nonostante alcuni stimolino la concentrazione durante lo studio (come il turchese), potrebbero risultare troppo eccitanti prima di andare a dormire.

Per le pareti, non è male optare per colori pastello, magari applicando qua e là decorazioni come stencil o adesivi: è, inoltre, un’attività carina ed edificante da fare insieme ai vostri figli. Lo stesso discorso va fatto per tende e copriletto, anche per essi i colori tenui vanno per la maggiore, ma nulla vi impedisce di assecondare i gusti dei ragazzi in fatto di fantasia e colori, almeno per quanto riguarda il copriletto.

La disposizione dell’arredo

La camera dei ragazzi deve essere innanzitutto funzionale e dare spazio alla creatività, soprattutto se si tratta di una camera condivisa tra due figli. In questo caso, un letto a castello messo vicino alla parete si rivela essere la soluzione migliore: l’angolo “notte” resta limitato a una porzione della stanza, senza coinvolgere l’area che verrà utilizzata per lo studio o per il gioco.

In generale, è bene mantenere una sorta di linea di confine: è meglio evitare di studiare sul letto, procurandosi invece una scrivania spaziosa da adibire esclusivamente allo studio o alla lettura. Questa deve essere posta in una zona ben illuminata, possibilmente da luce naturale e rimanere a debita distanza dal letto, per evitare ad esempio le radiazioni emesse da eventuali computer o dispositivi elettronici posti su di essa.

L’area del gioco o dello svago non deve trarre in distrazione durante lo studio, quindi meglio mantenere giocattoli, o comunque tutto ciò che può distogliere dallo studio, in un posto poco visibile dalla scrivania. È molto indicato optare per scatoloni richiudibili o letti con cassetti sotto il materasso; le soluzioni sono pressoché infinite.

L’armadio dei vestiti deve essere capiente, ma non eccessivamente ingombrante: aiuterà i vostri figli a gestirsi con ordine e spazi.

La camera dei ragazzi: organizzare studio, relax e divertimento ultima modifica: 2016-05-10T09:26:41+00:00 da Katia

Katia

Amante dello stile moderno, anche se non disdegna quello classico, è autrice di molti articoli sul blog. Si occupa principalmente delle nuove tendenze in fatto di arredamento.