Il design del futuro è nelle case dei Millennial

I nuovi trend del design in fatto di arredamento traggono ispirazione dalle case dei “Millennial“, nelle quali si guarda allo smart working, ad un nuovo stile di arredo, il “mix & match“, e alla sensibilità green degli abitanti.

Il design del futuro

Nelle fiere più importanti che si sono svolte dall’inizio dell’anno, da Maison & Objet a Imm Cologne, a Homi Milano, sono state presentate quelle che sono le novità in fatto di design per l’arredo casa. Il 2020 avrà sicuramente come tema centrale le abitudini dei più giovani, quelli che vengono definiti “Millennial”. Si tratta di persone che sono nate nel decennio 1980 – 1990, che in questo momento rappresenta una vasta parte di consumatori, e che nello stesso tempo offre una serie di spunti “creativi” quando si parla di arredo. La casa del futuro per i “Millennial” sarà caratterizzata da un arredo smart e green. L’evoluzione del lavoro ha portato infatti molte persone a lavorare da casa, grazie allo smart working, e questo richiede di concepire gli spazi della casa in una nuova maniera. Nello stesso tempo l’arredamento deve essere pensato in modo da soddisfare le esigenze di tutti i componenti del nucleo familiare, non essendo più centrato solamente sulla donna, con gli uomini che diventano protagonisti sia nella scelta che nella valutazione degli elementi d’arredo.

Il design è anche personalizzazione

Nel design del futuro un elemento importante è anche la “personalizzazione” e la tendenza stilistica che va per la maggiore è il “mix & match“, con accostamenti tra elementi d’occasione ed altri costosi, con i primi che potranno essere cambiati successivamente, ottenuti giocando con il gusto contemporaneo e con il mood industriale. I colori e i tessuti avranno tutti provenienza diversa e saranno in bilico tra passato e presente, cercando una estetica di grande gusto, seppure imperfetta. Anche il tema della “green economy” trova molto spazio nell’arredamento e si traduce in una grande attenzione per gli elementi che rendono la casa “intelligente”, oltre che puntare su processi produttivi “green” e sulla scelta dei materiali. Per questo, spazio alla tecnologia “domotica” e alle sue innovazioni, in modo da accoppiare la funzionalità alla riduzione degli sprechi energetici. Comfort e sicurezza per semplificare la vita degli abitanti. Case nelle quali andranno per la maggiore delle stampe minimaliste, dei lampadari in rame e le piantine in vaso che fanno pensare a un giardino interno di piccole dimensioni. Il tutto con l’utilizzo di materiali come il marmo, che si troverà non soltanto sui pavimenti ma anche come elemento base per i ripiani della cucina, e il legno che, oltre ad avere sempre un elegante tocco di calore, è l’ideale per essere abbinato ai filati che vanno per la maggiore, come il cotone ed il lino.

Il design del futuro è nelle case dei Millennial ultima modifica: 2020-03-26T19:12:41+02:00 da Arredamenti Bleve

Arredamenti Bleve