Il Classico Intramontabile di Valderamobili

Affidabilità, precisione, qualità ed esperienza: sono queste le caratteristiche che rendono Valderamobili un’azienda leader nel settore dell’arredamento dal 1976.

Oggi, quando cataloghi e riviste di architettura e design si riempiono di complementi dallo stile moderno, semplice e pulito, Valderamobili propone un’atmosfera classicheggiante ma sempre attuale dimostrando che anche le decorazioni più elaborate ed impegnative, pur affondando le loro radici in uno stile ormai considerato antico, possono essere originali e costituire un vero e proprio ever green.

Il mezzo attraverso il quale Valderamobili porta a termine questa “missione” sono le sue collezioni giorno, eleganti, sofisticate, lussuose.
Si passa dai mobili in legno intarsiati e decorati in un prezioso e sontuoso color oro della collezione Luigi XVI, chiaramente ispirata all’elevato grado di ricchezza e lusso che caratterizzava le più belle stanze delle regge francesi, ad uno stile più sobrio ma sempre orientato verso il classico, come quello della collezione Jasmine.

Le vetrine, i tavoli intagliati dagli artigiani più abili e precisi, le sedie e le poltrone caratterizzate da una tappezzeria tipicamente ottocentesca sono peculiarità di questa linea, così come, in una versione leggermente più provenzale e dalle tonalità tendenzialmente neutre, si ritrovano nella collezione Principe.

Ma Valderamobili non è solo classico, barocco, antico. Valderamobili è, prima di tutto, una fabbrica di soddisfazione, di prodotti che hanno come obiettivo primario quello di accontentare il cliente, pur mantenendo una certa linea di produzione che rende l’azienda unica e inimitabile nel settore. Ecco perchè, accanto alle collezioni dal carattere spiccatamente antico e classicheggiante, troviamo anche stili che, pur mantenendo un forte legame con il passato e con la tradizione, gettano un rapido sguardo al presente e al futuro, aggiornandosi nelle forme e nei colori. E’ il caso delle collezioni giorno Primavera e, in misura ancora maggiore, Aura.

La prima è caratterizzata da tinte chiare, quasi sempre bianche, da una riduzione delle quantità di decori e di intagli sul legno, dalla verniciatura dei mobili per creare un effetto cromatico basato sull’unità. Resistono le vetrine che fungono da credenza, i tavoli con le gambe leggermente bombate, i mobili dalla forma arrotondata nella parte centrale e pomelli e maniglie che mantengono qualche leggera e impercettibile sfumatura color oro.

Aura, invece, è decisamente la collezione giorno più attuale e moderna. Le tappezzerie di sedie e divani perdono la loro trama rigata intervallata da qualche elemento floreale e si trasformano in cuscini monocromatici, dalle tinte orientate verso i pastelli e, soprattutto, verso i colori più neutri che si possano ottenere. Le forme sono lineari, pulite, fatta eccezione per qualche tavolino con i piedi ancora leggermente curvati.

Katia

Amante dello stile moderno, anche se non disdegna quello classico, è autrice di molti articoli sul blog. Si occupa principalmente delle nuove tendenze in fatto di arredamento.