I tessuti d’arredo: come usarli per dare un nuovo look alla casa

Spesso la necessità di cambiare, di rinnovare e migliorare l’aspetto di casa si scontra con il bilancio familiare e con il tempo a disposizione, sempre più tiranno. Fortunatamente esiste un modo, economico, fantasioso e veloce per soddisfare questo bisogno ogni volta che se ne avverte l’esigenza.

Dal tessuto naturale a quello tecnico il passo è breve

Vestire la casa significa letteralmente organizzare i vari spazi in modo efficace ed armonizzarli per texture, colori e dimensioni. Piccoli o grandi interventi stimolano la creatività imponendosi in modo naturale ed altamente soddisfacente. Si può prendere il via dalla cucina, nella quale i tessuti sono di certo un’esigenza, come tovagliato, burazzi, presine, copriteiera, cuscini e tendine. Seguire lo stile scelto per la mobilia è un’opzione classica, ma non irreversibile. Con l’alternarsi delle stagioni, e perché no anche dell’umore, è possibile accordare o distaccare le tendenze ottenendo un risultato sempre nuovo e di sicuro effetto. Una cucina in legno naturale richiama il cotone e il lino nei colori pastello, delicati e suggestivi, ma se si introduce un tessuto tecnico come il lurex, di forte impatto, con decorazioni optical e dalle tinte decise, si ottiene il desiderato cambio di marcia. La cosa importante è mantenere lo stile in tutte le stanze della casa, fare di ogni telo, tenda, coperta e cuscino un capitolo della medesima storia.
In sala da pranzo e salotto non c’è che sbizzarrirsi. Piccoli punti di calore e colore sul divano, ampi e leggeri drappeggi alle vetrate, punti luce sapientemente ispirati possono ricreare la magia del progetto preferito. In inverno i tessuti caldi e morbidi, che attendono pazientemente quasi dimenticati sul divano, prendono il posto dei tappeti semplici e freschi della stagione estiva. In un battito di ciglia il cambio d’abito è subito fatto.

Eccedere oppure no

Niente ci vieta di imprimere in maniera decisa il nostro estro sulle pareti di casa. Senza arrivare all’arazzo, qualche pezzo di stoffa impalpabile dai meravigliosi disegni floreali può essere la nostra indimenticabile impronta. La camera dei ragazzi ospita tessuti impressi di foto ricordo pronti ad essere sostituiti da orme più fresche. Sogni, desideri e aspirazioni si realizzano in un attimo.
La camera da letto è la regina dei tessuti. Dal piccolo fiore provenzale dal profumo di casa, alle consistenze calde e avvolgenti delle grandi trapunte che avvolgono la stagione fredda. Il blu è un colore deciso e rilassante, il verde culla i nostri sogni, ma il rosa, delicato e tenue, resta una garanzia.
Grande attenzione occorre prestare alla stanza da bagno. Le spugne generose si adeguano allo stile rustico come a quello moderno e geometrico, basta variare i disegni, i colori e qualche piccolo particolare per ottenere effetti sempre nuovi.
Vietato dimenticare di abbigliare la zona esterna, tappeti di juta, corda e vimini, solo per incominciare.

I tessuti d’arredo: come usarli per dare un nuovo look alla casa ultima modifica: 2019-02-18T12:49:56+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.