Ecco alcuni trucchi per ridurre l’umidità in casa

Molti ignorano la questione, ma abitare in una casa che al suo interno abbia una percentuale di umidità troppo elevata, nel lungo andare, può provocare l’insorgere di numerosi problemi di salute dovuti alla presenza di muffe ed acari.

L’intervallo ottimale si aggira tra il 40% ed il 55%, ma coefficienti quali materiali costruttivi di qualità scadente o la presenza di un riscaldamento sovrabbondante possono portare ad accumulare molta umidità negli ambienti in cui si vive maggiormente la casa.

Utilizzare materiali isolanti

La soluzione principale, quella cioè che aiuta meglio a tenere sotto controllo la percentuale di umidità in casa, è l’isolamento, fondamentale per fare in modo che l’umidità non si insinui dall’esterno all’interno.

In commercio esistono diversi materiali capaci di svolgere questa funzione e che non devono necessariamente essere inseriti all’interno dei setti murari, ma possono essere applicati sul parametro esterno.

Se non si ha la possibilità di mettere in atto interventi così duraturi, si può procedere isolando momentaneamente la casa con l’uso di strisce in lana di vetro per quanto concerne le superfici del soffitto.

Montare sistemi di ventilazione

Un rimedio più veloce, ma altrettanto efficace per tenere sotto controllo l’umidità in eccesso, sta nell’arieggiare gli ambienti.

Questo può essere fatto sia in maniera naturale, tramite l’apertura di porte e finestre, sia artificiale, tramite l’ausilio di ventilatori, condizionatori o sistemi di estrazione dell’aria.

Gli ambienti in cui dovrebbero essere installati questi sistemi sono soprattutto il bagno e la cucina, in cui l’afflusso di umidità è maggiore rispetto al resto della casa.

Installare sensori di umidità

Per porre rimedio al problema dell’umidità in eccesso, è possibile installare un sensore che riesca a tenere sotto controllo la percentuale sopracitata.

I rilevatori d’umidità presenti in commercio sono estremamente precisi, possono essere inseriti all’interno dell’impianto di condizionamento e si attivano in maniera del tutto autonoma una volta che l’umidità presente all’interno della casa raggiunge livelli critici.

Ecco alcuni trucchi per ridurre l’umidità in casa ultima modifica: 2018-01-31T10:38:00+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.