Cucine rustiche: come arredarle

Gli italiani sono semplicemente innamorati delle cucine rustiche, di questo stile che abbina alla funzionalità di elementi moderni e tecnologici, il calore, l’accoglienza e l’atmosfera che soltanto una cucina rustica sa dare.

Il legno come protagonista assoluto

Una cucina rustica va pensata e studiata con attenzione, non la si ottiene semplicemente con qualche piccolo accorgimento ed elemento d’arredo. Alla praticità e alla funzionalità, garantite da elettrodomestici moderni, non si deve rinunciare, poiché il concetto di rustico si può ottenere dai materiali, dalla struttura architettonica, dai colori, dai rivestimenti e dalla cura dei dettagli.
Il legno è l’attore principale che recita la sua sublime parte nelle cucine rustiche, accompagnato spesso da pareti realizzate in pietra, mattoni a vista e soffitti in trave. Il più usato è il legno di quercia, ma mogano, noce e faggio sono validi sostituti, magari intarsiati con eleganza e semplicità per ricreare un’atmosfera intima e conviviale.
Materiali di un’altra epoca, come strutture in muratura e pavimenti in cotto, regalano alla cucina una rustica raffinatezza, propria di quei casolari semplici ma solidi e di una bellezza straordinaria.

La struttura architettonica

Sovente è proprio la tipologia della struttura a suggerire, e quasi ad imporre, la scelta di un arredamento rustico per la propria cucina. Quando i soffitti sono alti, o quando questi ultimi sono sorretti da travi a vista, quando l’ambiente è accompagnato da archi e nicchie, o quando una scala di legno aperta domina la scena, sembra inevitabile, una decisa conseguenza naturale, la scelta di un’espressione rustica.

I colori e le mattonelle

Non sempre le pareti di una cucina rustica devono essere in mattoni o pietra. Mattonelle retrò e vintage, colorate o semplicemente bianche, per garantire luce e aria al legno scuro cui fare da contrasto, sono ottime alternative. Allo stesso modo si comportano i colori energici e vivaci come il giallo, il blu e il verde, che hanno il compito di regalare all’ambiente accoglienza e calore.

La cura dei dettagli

In una cucina rustica la parola d’ordine è non esagerare: ogni oggetto va posizionato con cura, senza eccessi, per un risultato che deve essere semplice ma d’impatto. E così acquistano importanza i lampadari realizzati in metallo, che conferiscono eleganza e quel tocco antico all’ambiente, le rastrelliere in ferro per utensili o pentole, che alla praticità di un soluzione funzionale aggiungono un tratto rustico ed elegante, maniglie e pomelli realizzati in ceramica ed impreziositi da disegni e decorazioni, che abbelliscono la stanza di originalità e carattere.

Cucine rustiche: come arredarle ultima modifica: 2019-01-16T12:36:53+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.