Consigli per risparmiare luce in 10 mosse

È una delle spese più importanti della casa e anche una delle più care. Se la bolletta della luce pesa sul bilancio, basterà seguire i nostri 10 consigli per risparmiare.

Utilizzare meglio le risorse

Non sprecare significa usare coscientemente le proprie risorse. Dunque il primo consiglio è di ricordarsi di spegnere la luce ogni volta che si esce da una stanza. Meglio inoltre optare per lampadine a LED o fluorescenti, che consentono di spendere fino al 50% in meno.

Poiché risparmiare sulla bolletta si traduce in uno stile di vita più sostenibile, può risultare efficace anche utilizzare gli elettrodomestici con parsimonia. Ad esempio preferendo il ventilatore al condizionatore, lavando i capi in lavatrice a 30° anziché a 90°, scegliendo il programma ECO della lavastoviglie e la funzione ventilazione del forno, ma anche optando per microonde e pentola a pressione, che riducono i tempi di scongelamento e cottura.

Attenzione agli scambi di calore

Il terzo consiglio è quello di regolare il termostato di condizionatori e riscaldamenti elettrici su di una temperatura che non scenda mai al di sotto dei 26°. In secondo luogo, evitare di accostare frigorifero e forno poiché produrrebbero uno sforzo maggiore per riscaldare/raffreddare i cibi.

Sfruttare le fonti naturali

Dedicare una fetta più piccola dei propri guadagni alla bolletta, vuol dire sfruttare al meglio la luce naturale. Come? Decidendo di collocare piano di lavoro e scrivania vicino alle finestre, prediligendo le porte a vetri e arredando gli ambienti con tessili chiari e vaporosi. Un altro piccolo accorgimento è quello di tinteggiare le pareti di casa con colori caldi e neutri, magari per mezzo di apposite pitture con riflessi perlescenti. Consiglio valido anche per quanto riguarda i mobili.

Alcuni piccoli accorgimenti

Nel caso in cui si stia valutando di cambiare un elettrodomestico, il consiglio è quello di preferire solo quelli di categoria A++ o superiore, specialmente se si tratta di freezer e frigorifero, che rimangono accesi 24 ore su 24.

Sarebbe meglio preferire fonti di energia rinnovabile, per far funzionare riscaldamenti e scaldabagno, ma in alternativa, per tagliare la spesa relativa alla corrente, potrebbe essere utile far funzionare gli apparecchi solo nelle fasce serali o nei weekend; basta analizzare le condizioni del proprio operatore e approfittare di quelle più convenienti.

Discorso simile se si preferiscono apparecchi elettrici per il riscaldamento: meglio ancora se suddetta funzione è riservata al condizionatore, così da avere un solo elettrodomestico per tutte le esigenze. Per risparmiare andrà settato in modalità deumidificazione, comoda sia in estate che in inverno perché rende l’aria più salubre e vivibile.

Consigli per risparmiare luce in 10 mosse ultima modifica: 2017-03-31T09:34:20+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.