Architettura degli interni: consigli su come disporre i mobili giusti

Negli ultimi anni si pone sempre più attenzione alla scelta degli arredi e alla posizione che devono assumere all’interno di una stanza, puntando sempre più a creare ambienti in grado di fondere estetica e funzionalità.

Non solo scegliere, ma anche posizionare

L’interior design o architettura degli interni è diventata una vera e propria arte di vivere il proprio appartamento, scegliendo complementi d’arredo sempre in grado di soddisfare tutte le proprie esigenze. Per questo motivo, quindi, prima di acquistare un mobile, diventa fondamentale porsi una domanda fondamentale, cioè dove posizionare tale mobile in modo da trarne il massimo non solo dal punto di vista estetico, ma anche pratico. La risposta, come si può immaginare, non è univoca, ma dipende da una serie di fattori, tra cui soprattutto le dimensioni della stanza.

Luce, colori e arredi

La disposizione dei mobili dipende molto dalla luce naturale o artificiale della stanza. Un divano, ad esempio, dovrebbe essere posto sempre in una zona luminosa, per assicurare piacevoli incontri con amici o per garantirsi momenti di relax, sfogliando una rivista. Se la luce naturale non è sufficiente, diventa fondamentale scegliere una fonte luminosa, piantana o lampada da tavola, a seconda delle esigenze.

Attenzione anche ai colori delle pareti: pareti chiare e luminose permettono scelte differenti, sia di tipi di arredo che di posizione dei mobili, rispetto a tinte più scure.

Fondamentale, infine, scegliere di utilizzare tutti gli spazi, anche quelli alle pareti, arredando con mensole o quadri per rendere dinamica e colorata ogni stanza.

Architettura degli interni: consigli su come disporre i mobili giusti ultima modifica: 2017-09-07T09:14:00+00:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.