Tel. 0833 533206 Lun-Sab 09.00-13.00 16.30-20.00

Roseto all’inglese fai-da-te

Chi non ama le rose, i fiori dell’amore per eccellenza? Se anche voi, come la Regina Elisabetta, avete una predilezione per tutte le varietà dai petali profumati, ecco qualche consiglio utile su come realizzare un roseto all’inglese vigoroso e super decorativo.

Qualche pillola di giardinaggio

Come prima cosa, vi consigliamo la cultivar rosa rugosa, che è quella più resistente alle basse temperature e non necessita di cure particolarmente complesse: il mese migliore per seminare è maggio, altrimenti bisogna aspettare l’autunno.
Le piantine, acquistate in precedenza dal giardiniere di fiducia o in serra, vanno messe a dimora mantenendo una distanza di 50 cm una dall’altra, così da garantire lo sviluppo corretto dell’impianto radicale.
Un’altra varietà di rose molto comune è la moscheta autumnalis, che cresce in mazzetti color avorio, su piccoli cespugli color verde smeraldo.
Entrambe le tipologie, sia la rosa rugosa che la moscheta autumnalis, resistono molto bene anche in territori in pieno sole e a contatto con irrigazioni moderate.

L’arredamento migliore per un roseto

Ora passiamo alla gestione delle rose, tramite tralicci e reti per la coltivazione rampicante, o piccoli recinti per creare delle aiuole e delle isole fiorite.
Potete optare per alcuni arredi coordinati che mantengano il leit motiv del roseto, ad esempio cuscini e tappezzerie a tema floreale, oppure tovaglie romantiche e tende che richiamano la corolla della rosa.
Un roseto nel vostro giardino è un complemento d’arredo tradizionale, per un look vintage e d’altri tempi, di sicura ispirazione British.

Roseto all’inglese fai-da-te ultima modifica: 2021-06-01T11:34:10+02:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.