Tel. 0833 533206 Lun-Sab 09.00-13.00 16.30-20.00

Le piante d’arredamento più belle

Le piante d’arredamento presenti nelle nostre case le rendono sicuramente più belle ed accoglienti, oltre ad avere un effetto positivo nell’aria, che viene depurata e deumidificata. Vediamo insieme alcune tipologie di piante da appartamento.

La Felce di Boston

Questa pianta è caratterizzata da foglie floride e si cura con grande semplicità; è sufficiente mantenerla ad un buon livello di umidità, con frequenti innaffiature e al riparo dalla luce diretta, con una temperatura dell’ambiente compresa tra i 15 ed i 20 gradi. In queste condizioni, la Felce di Boston cresce in maniera rapida.

L’Areca

Questa pianta ricorda una palma, ma in una versione mini. Durante la sua vita può però crescere molto e raggiungere anche un’altezza di 2 metri. La temperatura minima da mantenere per l’Areca è di 10 gradi e per la sua coltivazione necessita di tanta luce e di un terreno misto con compost, terriccio e sabbia. L’Areca è una pianta disinquinante, ma è necessario fare attenzione se in casa sono presenti animali domestici, in quanto è tossica, in particolar modo per i gatti. Per quanto riguarda la sua cura, nel periodo estivo deve essere innaffiata almeno 2 volte la settimana, mentre non è necessario in quello invernale.

La Medinilla

Questa pianta tropicale non ama le temperature basse inferiori ai 15 gradi e ha necessità di essere esposta alla luce, anche se preferisce l’ombra quando il sole è troppo forte. La Medinilla deve essere innaffiata almeno 2 volte alla settimana durante l’estate, mentre in inverno è sufficiente una sola innaffiatura alla settimana.

Pino di Norfolk

Questa conifera è una delle poche che possono essere posizionate anche in casa, dove raggiunge una altezza massima di 1 metro e mezzo, mentre se piantata all’aperto arriva anche ad una altezza di 60 metri. Il Pino di Norfolk non tollera le basse temperature sotto i 5 gradi, e si trova molto bene se sistemato nelle vicinanze delle finestre. Il suo terreno preferito è il terriccio di bosco e deve essere innaffiato 2 volte alla settimana nella stagione calda.

Erba miseria

Questa pianta è una delle più resistenti alla siccità, alla luce, all’umidità ed anche al calore. Secondo le sue diverse specie ha colorazioni diverse, ed in primavera è caratterizzata da piccoli fiori bianchi. La temperatura ideale per la crescita dell’erba miseria è tra i 10 ed i 22 gradi e il terriccio nel quale deve essere piantata è quello universale, in un mix con la sabbia. Le innaffiature necessarie sono 2 alla settimana nei mesi estivi e 1 in quelli invernali. L’erba miseria richiede la potatura dei suoi steli.

Le piante d’arredamento più belle ultima modifica: 2021-08-24T11:18:08+02:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appasionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.