Come arredare la stanza di uno studente universitario

Con l’arrivo dell’autunno e l’inizio delle scuole, anche per gli studenti universitari è arrivato il momento di tornare nelle aule dei vari atenei italiani. In molti casi gli studenti universitari sono in cosiddetti “fuori sede”, che abitano lontani da casa e quindi molto spesso devono prendere in affitto una camera. Ecco qualche consiglio per arredare nel giusto modo una stanza per uno studente universitario “fuori sede”.

La scelta migliore è quella di un arredamento pratico

Molti studenti trovano camere già arredate, ma per chi deve arredarla la scelta migliore è quella di orientarsi verso mobili leggeri e pratici, in modo da poterli trasportare facilmente in caso di cambio di camera in affitto. Si devono evitare i complementi d’arredo ingombranti anche per avere un maggiore spazio a disposizione, magari suddividendo l’ambiente con una tenda tra la parte “letto” e quella “studio”. Lo stile minimal è quello più adatto, poiché si abbina nel migliore dei modi con i vari stili e può essere arricchito da tocchi personali degli studenti che si dilettano nel “fai da te”. Per chi ha una camera poco spaziosa, meglio un letto con cassettone, nel quale sarà possibile riporre gli abiti quando si effettua il cambio di stagione. Per quanto riguarda gli attaccapanni, sono preferibili quelli da parete, sui quali possono trovare posto sia le giacche che le borse e le sciarpe, in modo da risparmiare spazio prezioso all’interno dell’armadio e garantirsi una camera sempre ordinata.

Altri elementi essenziali per arredare la camera

Un elemento fondamentale nella stanza di uno studente universitario è senza dubbio la scrivania, che dovrebbe essere ben organizzata. Per mantenere il più possibile sgombro il piano della scrivania si può sostituire la lampada da appoggio con un faretto da parete e, sempre sulla parete, possono trovare posto delle lavagne magnetiche sulle quali sistemare sia gli appunti che la lista delle lezioni e di altri eventuali impegni. Nel caso in cui la scrivania non sia corredata di cassetti, si può utilizzare una cassettiera da porre sotto il ripiano, per recuperare il maggiore spazio possibile. Nella camera sarà presente anche un comodino, sul quale si potranno appoggiare i libri, una lampada e anche la sveglia. L’arredamento della stanza sarà poi completato da poster o stampe, scelte in base alla propria personalità, e magari da qualche fotografia, con i classici collage molto di moda negli ultimi tempi.

Come arredare la stanza di uno studente universitario ultima modifica: 2019-10-08T14:49:21+01:00 da Arredamenti Bleve

Arredamenti Bleve