Si riceve su appuntamento Tel. 0833 533206 Lun-Sab 09.00-13.00 16.30-20.30
casa condivisa

Casa condivisa? Ecco 5 trucchi per valorizzarla

Quando si condivide un appartamento con altre persone, sia per motivi di lavoro sia per studio, è necessario tenere presente che si tratta di una esperienza che potrebbe portare nuove amicizie ma anche possibili problemi di relazioni. Alcune problematiche potrebbero essere quelle relative agli spazi dei quali ciascun coinquilino ha necessità, per cui si deve trovare la maniera, anche con qualche modifica nell’arredamento, per non alimentare le “frizioni domestiche”. Ecco cinque consigli utili.

La definizione degli spazi individuali

La prima cosa da tenere presente è la chiarezza. Infatti nelle case moderne alcuni ambienti, come il bagno e la cucina, hanno bisogno di spazi accuratamente definiti per l’uso individuale. Per evitare fraintendimenti si deve subito mettere in chiaro che cosa può occupare ogni coinquilino, sia che si tratti di una mensola, di un cassetto o anche di un ripiano del frigorifero di casa. Tenendo conto dell’armonia e della valorizzazione dell’ambiente, una buona scelta è quella di ricorrere all’uso di vasi di ceramica o di vetro e di cestini, che abbiano un design coerente tra loro e che possano essere personalizzati. Una soluzione migliore è quella di scegliere ognuno il proprio contenitore o utensile.

Utilizzare arredi pratici e versatili

L’ingresso dell’appartamento ed il corridoio rientrano tra gli spazi comuni, e quindi non devono risultare anonimi, come succede in molti casi. Dunque è necessario non trasformarli in ripostigli informali, evitando di lasciare scatoloni ed oggetti in questi ambienti. Dove è possibile è consigliabile praticare fori sulle pareti, posizionando mensole o ganci singoli che possono essere utilizzati per riporre borse, ombrelli e cappotti. Se lo spazio lo consente un’altra opzione è quella di sistemare scarpiere, librerie o mobili contenitori.

Condividere gli accessori

Anche nelle case abitate da coinquilini, come in tutte le altre, è necessario acquistare degli accessori che non sono disponibili ma altrettanto necessari per la vita di tutti i giorni. Per stoviglie, tappeti e cestini, come pure per gli strumenti necessari per la pulizia, la scelta è quella di preparare un budget da suddividere e poi procedere ad un solo acquisto, pensando anche alla scelta di materiali naturali.

Privacy, silenzio e pulizia

Oltre a quelle che sono le regole non scritte che riguardano la gestione degli spazi, anche altri argomenti sono importanti quando si abita in una casa condivisa. Per le pulizie la soluzione è quella di stabilire una turnazione da seguire, mentre per quanto riguarda il bagno si devono trovare spazi singoli, con mensole o ripiani, e soprattutto non ingombrare con i propri prodotti per la bellezza.

Le case con balcone

Se la casa condivisa è dotata di un balcone, questo rappresenterà sicuramente allo stesso tempo “croce e delizia”, in quanto è indispensabile per stendere i capi lavati ad asciugare, ma deve essere tenuto libero, magari ricorrendo a spese limitate, come quelle necessarie per delle sedie o un tavolino pieghevoli che si possono aprire quando occorre.

Casa condivisa? Ecco 5 trucchi per valorizzarla ultima modifica: 2022-04-04T10:28:40+02:00 da Vito

Vito

Vito, da sempre appassionato di arredamento e 3D. Cerca di unire le due passioni per presentare un prodotto su misura. Scrive da ormai 5 anni sul blog.